La formazione a distanza è un’ottima soluzione, sempre più attuale per potenzialità di divulgazione della conoscenza, di personalizzazione dei momenti formativi e di riduzione delle necessità di spostamento degli utilizzatori; ma vi sono sufficienti garanzie sull’effettiva presenza del destinatario dell’azione formativa al quale vanno poi attribuiti i crediti formativi, gli attestati od altri titoli formali che sono conseguenti all’aver fruito correttamente dei contenuti a distanza?